Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le ultime news - LUPA LECCE OFF LIMITS! VINCE A TARANTO DI 20 PUNTI ANNICHILENDO IL PALAFIOM

Lunedì 20 Febbraio 2017 - Non ci sono ancora commenti

LUPA LECCE OFF LIMITS! VINCE A TARANTO DI 20 PUNTI ANNICHILENDO IL PALAFIOM

Ci sarebbero diversi aspetti da analizzare in merito alla vittoria schiacciante della Lupa Lecce in casa dell’Anspi S.Rita, ma coach Bray ha riassunto in una frase l’essenza della gara che si è disputata ieri sera al PalaFiom di Taranto: “E’ stata la vittoria della mentalità”. Ebbene si. Perché quando vai nella roccaforte  della prima della classe e rifili 20 punti di scarto con Caloia ancora fuori causa, significa che oltre la tecnica, gli schemi e le qualità dei singoli, c’è molto di più. Un senso di responsabilità comune che ha mostrato la faccia del DNA vincente. Il successo dei giallorossi non è valso né per la classifica né per i numeri mostruosi di una squadra che ha chiuso la prima fase con il miglior attacco e la difesa meno battuta del Girone B del Campionato Regionale di Serie D. Oltre il risultato sportivo, il 52-72 maturato in terra tarantina ha fatto filtrare un messaggio forte e chiaro: e cioè che i primi sono rimasti primi, almeno per la classifica, ma la Lupa Lecce è certamente la squadra più forte del torneo. Poco altro da aggiungere. Se non che i leccesi hanno voluto vendicare con veemenza la sconfitta al fotofinish rimediata contro i tarantini nel contesto di una gara d’andata orfana di capitan Mocavero. I demeriti dei lupi di questo primo scorcio di stagione sono tutti condensati in quell’infausta sconfitta interna incassata contro la Invicta Brindisi prima della sosta natalizia. Unico vero black out che alla lunga ha fatto la differenza in positivo per S.Rita, abile ad approfittarne e a vincere tutte le gare prima della debacle di ieri sera. La cronaca della partita ha messo in vetrina ancora una volta il talento di Mocavero, Colella, Sirena e Passante che hanno totalizzato 61 punti in quattro al netto dei 72 di squadra. Dopo un primo quarto equilibrato e chiuso sul 16 pari, nel secondo periodo gli ospiti si sono lasciati preferire per qualità di tiri presi e organizzazione difensiva. I padroni di casa hanno pagato l’assenza di Fanelli, ma i titolarissimi Salerno, Sarli, Rac e Allen (quest’ultimo autore di 19 punti) hanno tenuto botta ai ragazzi di coach Bray sino al cambio campo del momentaneo 30-36. Nella ripresa i lupi strappano il campo allungando sul tabellone luminoso con una serie di triple a bersaglio. I tarantini rispondono con regolarità alle sfuriate leccesi, ma al termine del terzo quarto sono 8 i punti di vantaggio per la Lupa. Gli ultimi 10 minuti sono pura accademia per i giallorossi. Sirena gonfia la retina dall’arco per ben due volte mettendo lasciando di stucco il pubblico di casa. I locali sono alle corde e i lupi azzannano la preda con il tiro in sospensione di mocavero e la penetrazione fulminea di Colella. Passante chiude il festival delle triple muovendo la retina dall’angolo e Sirena mette il sigillo del 52-72 finale che annichilisce il PalaFium.

 

ANSPI TARANTO      52 - PALL. LUPA LECCE  72

ANSPI Taranto: Pannella, Prisciano, Ragusa 2, Salerno 7(2t), Sarli 13(3t), Gualano 2, Di Gregorio, Rac  9, Allen 19, Bidetti, All. Mineo S.

Pall. Lupa Lecce: Pinto, Colella (37'39") 12(2t), Laudisa (13'00"), Zezza, Ferilli (6'21"), Sirena (33'39") 15(3t), Assentato (28'38") 4, Longo (17'28") 7(1t), Mocavero (33'54") 22(3t), Passante (29'21") 12(3t), All. Bray T.

Parziali: 16-16 14-20 11-13 11-23

Arbitri: Procacci A. (Corato), Anselmi F. (Ruvo P.)