Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le ultime news - CORATO ESPUGNA IL PALAVENTURA DELLA LUPA LECCE E VOLA IN CLASSIFICA

Lunedì 30 Ottobre 2017 - Non ci sono ancora commenti

CORATO ESPUGNA IL PALAVENTURA DELLA LUPA LECCE E VOLA IN CLASSIFICA

Lupi sconfitti ma a testa alta. Corato ha espugnato il parquet del PalaVentura facendo assaporare alla Lupa Lecce il retrogusto amaro dell’insuccesso davanti ai propri tifosi. La prima sconfitta casalinga degli uomini di coach Bray ha preso forma ieri sera a cospetto di un avversario in salute che ha primeggiato dal punto di vista atletico. I dieci punti di scarto sul suono dell’ultima sirena hanno decretato il 62-72 finale, sancendo la seconda battuta d’arresto consecutiva dopo quella rimediata a Vieste pochi giorni fa. I giallorossi hanno iniziato la gara applicando la difesa a uomo che per i primi minuti di gioco ha portato i suoi frutti. Ma nonostante il giusto approccio alla gara, gli ospiti sono saliti in cattedra verso la fine del primo quarto scavando il solco che gli ha condotti sul 15-25. La reazione dei padroni di casa non si è lasciata attendere. I locali hanno vinto di misura il secondo periodo accorciando il gap di 2 punti per tenere vive le speranze di rimonta dopo il cambio campo. Bray nel terzo quarto ha provato ad arginare le sfuriate offensive di Corato passando ad una difesa a zona, ma la mancanza dei muscoli di Caloia (ancora condizionato dalla fascite plantare) e un Mocavero a mezzo servizio (il capitano continua a giocare con un ginocchio in disordine) hanno messo a nudo i limiti della Lupa Lecce. I 31 punti messi a referto dalla coppia Stella-Bagdonavicius hanno fatto la differenza. Inoltre, coach Verile ha potuto contare sull’apporto prezioso della panchina, che ha messo nel carniere 17 punti contro gli appena 4 messi insieme dalle seconde linee dei locali. Il parziale di 43-59 alla fine del terzo quarto non ha piegato però l’orgoglio della Lupa, che ha tenuto botta agli assalti di Corato nell’ultimo quarto con Mocavero in panca negli ultimi 6 minuti. I 22 punti totalizzati da Sirena nell’arco del match hanno consentito alla squadra salentina di non allargare la forbice con i coratini e di rimanere agganciati alla gara sino alla fine, anche se gli avversari hanno avuto il merito di restare sempre col muso davanti palesando un’ottima tenuta mentale e confermandosi tra le prime della classe di questo campionato. “Dopo una buona partenza ci siamo un po’ smarriti muovendo male la palla in attacco – spiega coach Bray -. Loro hanno difeso con grande qualità, mentre noi abbiamo forzato qualche tiro di troppo per la voglia di recuperare il risultato. Corato ha dimostrato per intero il suo valore, sia come singoli che come gioco di squadra. Noi patiamo ancora la condizione fisica precaria di alcuni giocatori fondamentali, ma i ragazzi hanno dato tutto in campo. Adesso dobbiamo recuperare il terreno perso in classifica a partire dalla prossima trasferta di Santeramo in programma mercoledì prossimo”. Alle parole di Bray sono seguite quelle del direttore sportivo Tonino Fiorentino: “Corato ha meritato la vittoria. Insieme a un paio di altre squadre dispone del roster più forte del campionato. Possiamo rimediare subito a Santeramo tra qualche giorno e sono fiducioso sulla giusta reazione dei nostri ragazzi”.

LUPA LECCE 62 – CORATO 72

Lupa: Paiano 10, Mocavero 15, Sirena 22, Quaranta 2, Ferilli 8, Colella 8, Lasorte 3, Passante, Zezza, Rizzato, Caloia. All. Bray.

Corato: Mopresi 10, Stella 12, Cicivè 7, Armendolagine 7, Bagdonavicius 19, Sgrò 9, Castoro 5, Cipri 3, D’Introno, Di Bartolomeo, D’Imperio, Picca. All. Verile.

Parziali: 15-25, 31- 39, 43-59.