Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le ultime news - ONORE AL MERITO

Martedì 19 Marzo 2019 - Non ci sono ancora commenti

ONORE AL MERITO

Concludiamo la fase di Qualificazione primi.

Sono trascorse esattamente 22 giornate e chi si aspettava che i nostri giallorossi mollassero anche un pò è rimasto deluso.

18 partite vinte, 4 perdute, 1706 punti fatti contro i 1509 subiti. La migliore difesa di questa parte del torneo.

Questi ragazzi meritano di essere citati per il loro impegno, la loro determinazione, i loro successi, il saper fare squadra con una unione poche volte vista nella mia carriera.

"Uniti si vince" dice uno dei nostri motti che più d'uno dovrebbe tenere a mente proprio in questo periodo e noi lo abbiamo appplicato. Non sono state sempre rose e fiori, talune pecche sono venute a galla, ma chi lavora al timone sa dove dirigere la nave nei momenti di difficoltà.

Lo staff Tecnico (Di Salvatore, Rizzato, Fiorentino A.) quanto la Direzione Tecnica (Fiorentino T., Stasi) e la Direzione Dirigenziale (Natale, Delle Rose, Renna, D'Autilia) ha saputo remare con costanza verso lo stesso traguardo nonostante l'anarchia, l'ingestibilità e l'intemperanza del sottoscritto.

Lo staff Medico, poi, ha avuto pazienza e lavorato in continuazione. Siamo grati a Dario Pini e Patrick Silva molto più di quanto essi pensano ed al dr. Dino Greco per la sua disponibilità .

Ci siamo comportati bene, ma questo non basterà a vincere.

La fase più delicata, più dura, quella che ci deve trovare più concentrati, più determinati, più "cattivi" arriva ora. E' il tempo di concretizzare, è il tempo di continuare a lottare, il tempo di affrontare tante buone squadre che hanno livellato la Gold al rialzo nella qualità quanto nell'agonismo.

E' tempo di noi, se siamo ciò che gli altri vedono in noi; ma ad un patto: che tutti insieme si voglia, che tutti insieme si speri, si soffra, si getti il cuore fin dove è possibile.

Nessuno dice che vinceremo, ma certamente un dovere, l'unico, lo abbiamo : onorare i colori della nostri città, la nostra bella Lecce giallorossa, ma non solo; non dimentichiamo che il blasone cittadino porta il bianco, il verde ed il nero e noi apprteniamo e rappresentiamo questa città. Il designer delle prossime divise non se ne dimenticherà.

Per il momento mettiamoci alla finestra e vediamo le qualificazioni agli ultimi posti dei play off, gare che saranno senz'altro molto spettacolari e ci renderanno l'idea della seconda fase.

Ma il pubblico non c'è. I tifosi organizzati delle squadre avversarie scorrazzano a loro piacimento nel PalaVentura e anche sempre con grande correttezza, v'è da dire. Ma i nostri non ci sono, nicchiano, vengono, non vengono, sicuro non tifano. Sono spettatori da salotto, quando si segna un bell'applauso, quello sì, ma incoraggiare, organizzarsi, invitarsi a vicenda, attendere la propria squadra, quello molto poco; qui bisogna crescere e molto questo fattore peserà (inevitabilmente) sui livelli di decisionalità futuri. Ma questo è un altro discorso. Non ho dimenticato la gestione delle strutture. Ho scelto di non parlare. A fine anno tireremo le somme.

Ora godiamoci questa bella realtà e pensiamo ad onorare il basket.

Uniti si vince.

 

Pallacanestro Lupa Lecce

Angelo Perniola