Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le ultime news - A TU PER TU COL CAPITANO – MOCAVERO: “A BARLETTA NON SONO AMMESSI CALI DI CONCENTRAZIONE”

Giovedì 23 Marzo 2017 - Non ci sono ancora commenti

A TU PER TU COL CAPITANO – MOCAVERO: “A BARLETTA NON SONO AMMESSI CALI DI CONCENTRAZIONE”

Quando il gioco si fa duro Mocavero inizia a giocare. E allora parola al capitano. Baluardo di una Lupa Lecce pronta ad azzannare la giugulare della Seconda Fase per salire sul binario della Serie C. “Dopo le due vittorie con Invicta e Molfetta dobbiamo assolutamente centrare il tris in casa del Barletta – commenta il 15 di coach Bray -. Abbiamo iniziato questa Poule Promozione col piede giusto e abbiamo l’obbligo di dare continuità di risultati per presentarci al big match casalingo contro il Corato nelle migliori condizioni”. Il lungo giallorosso non intende muovere il perno. Gioca, si allena e in campo è un allenatore aggiunto. Durante questa stagione ha dimostrato tutta la sua classe trascinando la squadra a risultati esaltanti. Centimetri sotto le plance, tiro da fuori, rimbalzi, carisma e tanta grinta. L’ex Serie A ci ha messo tutto nel progetto messo in piedi l’estate scorsa dal presidente Angelo Perniola. Ha messo a disposizione esperienza e professionalità al servizio dei giovani e una vagonata di punti decisivi che, fino a questo momento, stanno facendo le fortune del team allenato da Tonino Bray. Doti umane alle quali si aggiungono quelle della versatilità e della duttilità. Pivot e ala grande all’occorrenza. Lavoro sporco nel pitturato, alternato a quello che nel calcio definiscono con l’epiteto del fantasista. “Mi adeguo all’avversario e sfrutto i suoi punti deboli –prosegue Mocavero - Quindi in base alla lettura della partita e alle circostanze, il tecnico decide come utilizzarmi. Sono un lungo atipico. Posso giocare in post basso, ma amo stare anche fronte a canestro per andare al tiro o fare assist per i miei compagni”. Il Mocavero pensiero è proseguito senza spostare il piede perno dall’imminente impegno di questa sera, con palla a due alle 20.00, al Pala Marchiselli di Barletta: “Sono una buona squadra e potranno contare sull’apporto del loro pubblico. Dopo la sconfitta sonora subita contro Corato cercheranno di dare il massimo per non perdere contatto dalle contendenti. Noi veniamo da un’altra trasferta in quel di Molfetta dove abbiamo speso tanto, mentre loro saranno più lucidi considerando che nel precedente turno hanno riposato. Noi però in questi giorni ci siamo allenati bene e abbiamo svolto un lavoro mirato per recuperare la migliore condizione dagli ultimi impegni e stiamo bene. Non saranno ammessi cali di concentrazione da parte nostra. Se giocheremo come sappiamo la vittoria sarà nostra”.