Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le ultime news - CUORE DI CAPITANO! IL CAPOBRANCO MOCAVERO SEGNA DA 3 AL FOTOFINISH E REGALA LA VITTORIA ALLA SUA LUPA

Lunedì 20 Novembre 2017 - 1 commenti

CUORE DI CAPITANO! IL CAPOBRANCO MOCAVERO SEGNA DA 3 AL FOTOFINISH E REGALA LA VITTORIA ALLA SUA LUPA

L'orgoglio del capitano alla fine ha prevalso: Manuele Mocavero ha regalato la vittoria alla sua Lupa Lecce con una tripla che ha gonfiato la retina a 7 secondi dal suono dell’ultima sirena. Un tiro da tre partorito con la rabbia e con la forza della disperazione, che ha permesso ai giallorossi di andare a +1 sul tabellone luminoso del PalaVentura per 73-72 contro un ottimo Manfredonia. Nonostante le difficoltà incontrate nelle pieghe della gara, i locali hanno centrato la quinta vittoria stagionale salendo a quota 10 in classifica. Mocavero è stato il top scorer della squadra guidata da Bray con 21 punti a referto, mentre Sirena ha ritrovato lo smalto di qualche domenica fa mettendo sul parquet grinta, muscoli ed esplosività. Dall’altra parte Manfredonia ha risposto con i canestri di Rubbera e il dinamismo di Sansone e Gramazio che, in diverse occasioni, hanno messo in apprensione la retroguardia salentina. I giallorossi hanno portato a casa una vittoria di capitale importanza riscattando la sconfitta rimediata a Ceglie nel turno precedente. I padroni di casa sono stati sotto nel punteggio per lunghi tratti della partita, sino alla zampata finale del capobranco, che si è preso la responsabilità di forzare il tiro dai 7 metri pescando il jolly che ha fatto esplodere di gioia il palazzetto di piazza Palio. Nel primo quarto le due squadre si sono equivalse in ambo le fasi di gioco impattando il 21 pari sul suono della sirena. Poi gli ospiti sono saliti in cattedra con le triple di Rubbera e le realizzazioni nel pitturato di Jonikas, chiudendo il primo tempo sul punteggio di 35-40. Nei primi minuti della ripresa la Lupa ha vissuto il momento di maggiore difficoltà: la difesa si è sfilacciata e gli ospiti si sono resi protagonisti sia in penetrazione che dalla lunga distanza.

Anche in attacco, la Lupa  ha perso diversi palloni prestando il fianco alle sortite offensive degli avversari. Nei minuti finali del terzo periodo Mocavero e compagni riescono a ricompattarsi trovando in Paiano e in Colella la prima vera rimonta della gara con il 57-58 che apre alla battaglia degli ultimi 10 minuti. Il quarto periodo è da montagne russe: Manfredonia reinnesta la quinta e si porta in una manciata di minuti sul 60-67 che costringe Bray al time out. Poi arriva la scossa: Sirena mette il mantello di superman rendendosi protagonista di una serie di penetrazioni vincenti con il tabellone che recita 69-67. Manfredonia si infrange contro il muro giallorosso, ma nel corso del penultimo minuto ritrova il vantaggio ricacciando indietro i padroni di casa. Sul 71-72 mancano una ventina di secondi: palla in mano a Mocavero che segna da tre col difensore addosso. Bray chiama un altro time out per catechizzare i suoi, il palazzetto diventa una bolgia e Mocavero invita tutti alla calma. Ultimo possesso in mano a Manfredonia negli ultimi 7 secondi, ma la difesa asfissiante dei giallorossi non consente agli avversari di costruire un buon tiro. Vittoria entusiasmante e pubblico in visibilio. “Abbiamo commesso diversi errori sia in difesa che in attacco – spiega a fine gara coach Bray -, ma abbiamo avuto il merito di staccare sempre attaccati alla partita credendoci fino alla fine. La fortuna è stata nostra alleata, però siamo consapevoli di aver affrontato un avversario molto forte”.

LUPA LECCE 73 – MANFREDONIA 72

Parziali 21-21, 35-40, 57-58

Lupa: Quaranta 2, Paiano 12, Colella 6, Zezza, Rizzato, Sirena 14, Caloia, Lasorte 10, Mocavero 21, Passante, Ferilli 8. All. Bray.

Manfredonia: Sansone 11, Jonikas 12, Bialkowski 4, Vuovolo 4, Gramazio 8, Padalino A. 2, Padalino N. 11, Rubbera, Ciociola. All. Totaro.

Arbitri: Roberto Antonio Ferrari di Cellamare e Michele Soldano di Trani.