Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le ultime news - E’ una Lupa rock and roll. Giallorossi a valanga sul Monopoli 83-52

Lunedì 7 Novembre 2016 - Serie D - Non ci sono ancora commenti

E’ una Lupa rock and roll. Giallorossi a valanga sul Monopoli 83-52

Il campionato è quello della Serie D, ma la Lupa Lecce dimostra ancora una volta di essere di un’altra categoria. I salentini sono in moto perpetuo verso l’eldorado della classifica e comandano la graduatoria del Girone B a braccetto con il S. Rita Taranto. Questa volta è toccato al Monopoli  capitolare sotto i canestri della banda Bray,  nell’ambito della quinta giornata del Girone B giocatasi ieri sera al PalaVentura di p.zza Palio. Il risultato di 83-52 è il manifesto di una squadra capace di dominare l’avversario per tutto l’arco della partita sfoggiando una difesa furente che, nel terzo quarto, ha dato la spallata vincente alla partita mettendo know out gli ospiti. E poi c’è capitan Mocavero. Il pivot classe ’80 ha messo in fila 31 punti conditi da una serie di rimbalzi che hanno fatto il vuoto sul parquet del Palazzetto dello Sport. I rientri positivi di Colella e Caloia hanno garantito geometrie in fase di impostazione e muscoli sotto le plance, mentre il dinamismo di Sirena e le sfuriate offensive di Laudisa, hanno reso il piatto della serata ancora più gustoso. Dall’altra parte della linea si è visto un Monopoli generoso, che ha provato ad arginare il gioco dei padroni di casa restando agganciati alla partita fino alla pausa lunga. Un Monopoli ben messo in campo ma anche molto nervoso. L’espulsione di coach Cazzorla nel corso del secondo periodo ha alleggerito il compito dei locali, bravi ad addentare la gara nella momento topico con buone percentuali dall’arco e una difesa impenetrabile.

Primo quarto

Bray rispolvera l’abito ufficiale della Lupa con il quintetto base composto da Colella, Caloia, Mocavero, Laudisa e Sirena. Monopoli risponde dall’altra parte con Marsegna, Allegretti, Brunetti, Rollo e Pachitessa.

L’impatto alla gara mette in evidenza polsi ancora freddi con le due squadre che fanno fatica ad andare a bersaglio. I primi punti della gara sono di marca giallorossa ad opera di un Caloia formato super. Il centro della Lupa inizia a dettare legge nel pitturato andando a segno ripetutamente in situazione di post basso. Gli ospiti sono bravi a rispondere con Marsegna e Pachitessa, ma danno l’impressione di non reggere l’onda d’urto degli avversari. Con Colella restituito al ruolo del play, Laudisa comincia a far male dalla distanza e in penetrazione, ricucendosi addosso il vestito della guardia. Il primo quarto si conclude con il punteggio di 21-15

Secondo quarto

Nei primi minuti del secondo quarto Monopoli entra in campo più agguerrito riducendo lo svantaggio da -6 a -3 in quattro giri di orologio. Nel miglior momento della squadra ospite, un’accelerazione di Laudisa provoca il fallo di Rollo. Per il numero 23 si tratta già del terzo fischio che genera le proteste di tutta la squadra ed in particolare di coach Cazzorla. Il tecnico contesta in maniera veemente la decisione dell’arbitro e viene espulso dopo aver subito il tecnico. Le proteste reiterate dell’allenatore hanno indotto l’arbitro all’espulsione tra i fischi del PalaVentura. Durante la pausa forzata dalla decisione arbitrale, sul parquet si scaldano gli animi tra Laudisa e Marsegna, ma i due liberi del tecnico trasformati da Mocavero riportano la partita sui giusti binari. La compagine orfana di Cazzorla prova a ridurre il gap con la tripla di Giorgio, ma sono le bombe da tre di Colella e Longo a ristabilire le distanze con le squadre che vanno al riposo lungo sul 42-34.

Terzo quarto

La Lupa torna in campo con la bava alla bocca e non concede più nulla al Monopoli. Il terzo quarto è un monologo giallorosso, con i leccesi che allungano sul tabellone luminoso in virtù di una difesa aggressiva e concentrata. La fase di non possesso dei salentini è maniacale. I tiri forzati degli uomini in maglia rossa vengono sputati dal ferro e Mocavero mette a verbale due triple di fila che infiammano il pubblico. Caloia continua a fare il leone sotto canestro caricando di falli le linee nemiche, Sirena corre per tre e Colella distribuisce palloni puliti mandando a referto i compagni. L’orchestra diretta alla perfezione da coach Bray intontisce gli avversari anticipando i titoli di coda della partita. Il risultato è 67-38 con un parziale mortifero di 25-4.

Quarto quarto

Gli ultimi 10 minuti sono dedicati alle ovazioni per Mocavero, Sirena e Ferilli che escono definitivamente dal campo tra gli applausi per lasciare spazio ad Assentato, Pinto e Zezza. Passerelle meritate al termine di una battaglia che lascia in eredità ai giallorossi il primo posto della classifica con il miglior attacco e la miglior difesa del campionato. Nei minuti finali Longo e Assentato portano il punteggio all’83-52 finale che manda tutti negli spogliatoi. Per la Lupa si tratta della quinta vittoria consecutiva, in attesa del derby contro la New Basket 99 Lecce in programma domenica prossima.

Pall. Lupa Lecce  83

A.P. Monopoli      52

 

Pall. Lupa Lecce: Pinto, Colella 8(2t), Laudisa 12(1t), Zezza, Ferilli 4, Sirena 7, Assentato 3, Longo 6(2t,) Mocavero 31(4t), Caloia 12. All. Bray T.

 

A.P. Monopoli: Gioiello, Marseglia 12(3t), Allegretti 5, Brunetti 3(1t), Giorgio 10, Feruglio 5, Persichella, Mimoia, Rollo 6, Palmitessa 11(1t). All. Cazzorla M.

 

Arbitri: Martinesi A. di Brindisi e Di Paola L. di Brindisi