Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le ultime news - DNA LUPA LECCE, L’ALTRA FACCIA DI UNA MENTALITA’ VINCENTE

Venerdì 12 Maggio 2017 - Non ci sono ancora commenti

DNA LUPA LECCE, L’ALTRA FACCIA DI UNA MENTALITA’ VINCENTE

La promozione in Serie C è stata raggiunta, la squadra ha dimostrato sul parquet di essere la più forte al netto dei canestri realizzati e incassati  durante l’arco della stagione. E’ tempo di riposarsi? Macchè! Battere il Corato in trasferta e onorare il campionato sino all’ultimo secondo dell’ultimo quarto rappresenta l’obiettivo finale dei ragazzi di coach Bray. La gara si svolgerà domenica 14 maggio in occasione dell’ultima giornata della Poule Promozione, ma la Lupa Lecce intende chiudere in bellezza il torneo con una vittoria per alimentare una mentalità vincente fermentatasi con il lavoro quotidiano della squadra e con la programmazione di una dirigenza impeccabile.

Tra i protagonisti dietro le quinte dei successi della Lupa c’è anche Vito delle Rose. Il Primo Dirigente della società presieduta da Angelo Perniola ha curato nei dettagli l’organizzazione delle trasferte dando una grossa mano nella sfera amministrativa. Sempre al servizio della squadra e per il bene della medesima. “Abbiamo raggiunto un risultato molto importante – spiega Delle Rose -. E’ stata dura, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Il condottiero di questa squadra è certamente coach Bray, ma la mente di questo successo risponde al nome di Angelo Perniola. Persona di grande spessore umano che sta rigenerando il movimento cestistico leccese”.

Alle parole del Primo Dirigente sono seguite quelle del Direttore Tecnico Tonino Fiorentino: “Abbiamo ancora una partita da giocare e la squadra si sta allenando al meglio. Anche se le motivazioni del Corato saranno maggiori, noi ce la giocheremo per vincere e dimostrare il nostro valore ancora una volta. Corato è una squadra con giocatori molto importanti e potrà contare sull’apporto del pubblico, ma dal canto nostro c’è tanta consapevolezza nei nostri mezzi”.

Tra gli uomini che hanno contribuito al trionfo della Lupa Lecce si annoverano i nomi del Dirigente del Settore Giovanile Mario Galati e del preparatore atletico Patrick Silva: “Le scelte azzeccate di inizio stagione hanno pagato – spiega Galati, figura imprescindibile per l’Under 20 e uomo chiave per la parte logistica legata alla prima squadra -. Mi riferisco alla cultura del lavoro inculcata da coach Bray e allo spirito di abnegazione dei giocatori. Chi sono i campioni della Lupa del futuro? Le rappresentative Under 14, 15 e 16 sono gruppi ben guidati con giovani molto interessanti. Il richiamo della prima squadra è molto forte. Le nuove generazioni si stanno avvicinando alla pallacanestro anche grazie al una figura carismatica delle proporzioni di Manuele Mocavero”.

E ancora Silva: “I giocatori sono stati disponibili fin dal primo momento dimostrando grande professionalità. L’impegno collettivo ha facilitato il mio lavoro e abbiamo dimostrato di essere un gruppo compatto per tutto l’anno. Poi ho trovato un’ottima intesa con coach Bray per quanto riguarda la preparazione fisica della squadra. Durante gli allenamenti ci siamo trovati sulla stessa lunghezza d’onda sin da subito e mi auguro di continuare a lavorare con persone competenti come lui” – chiude l’esperto trainer di San Pancrazio -.